Vis-à-vis

«Il nostro compito è anche formare futuri cittadini consapevoli»

Franco Gervasoni racconta i suoi 14 anni alla testa della Supsi, oggi diventata una scuola universitaria professionale riconosciuta.
19.05.2022 07:00
Gli aggettivi con cui descrive quella che in fondo è, anche, una sua creatura, sono concreta, innovativa e collaborativa. E in questi si riconosce in toto. «D’altro canto l’istituzione ti contagia, e viceversa», osserva Franco Gervasoni, direttore generale della Supsi. Da quattordici anni alla testa di quella che oggi è diventata una delle nove scuole universitarie professionali riconosciuta dalla Confederazione, Gervasoni - 55 anni, di formazione ingegnere civile, due figli, 12 e 15 anni, che nel tempo libero ama fare sport, viaggiare e godersi la famiglia - è orgoglioso di ribadire i cardini su cui si fonda l’istituto. Diventati vieppiù concreti e forti: originalità, interdisciplinarità, partenariato, territorialità e internazionalità. «Sono sufficientemente pragmatico, orientato...