Podcast

L'attentato che sconvolse il Ticino, 11 anni dopo

Nella puntata del 28 aprile 2022 di CdTalk - L'ospite raggiungiamo al telefono Arnaldo Caccia, padre di Cristina, morta nell'attentato a Marrakech del 28 aprile 2011
© Arnaldo Caccia
Red. Online
29.04.2022 06:00

Sono trascorsi 11 anni dall'attentato terroristico di Marrakech. Era il 28 aprile 2011 quando anche il nostro piccolo cantone venne sconvolto dalla bomba che fece saltare in aria il Caffè Argana in piazza Jamaa el Fna. Tre ticinesi morirono a causa della follia jihadista. Dopo due anni di assenza a causa della pandemia di COVID-19, Arnaldo Caccia, padre di Cristina, è tornato sul luogo della tragedia per una commemorazione. Jenny Covelli lo ha raggiunto telefonicamente. «Non venivo qui dal 2019, l'emozione è ancora più forte, è come se quest'anno fosse diverso», confessa. Arnaldo Caccia è il protagonista della puntata di CdTalk - L'ospite del 28 aprile 2022.

Correlati
L’esplosione, il dramma, la rinascita: «La mia vita dopo Marrakech»
Dopo dieci anni di silenzio da quel terribile 28 aprile 2011, Morena Pedruzzi si racconta – «È stato il periodo più brutto della mia vita, ma non sono più lì, ora sono qui e sto bene, è stato un pezzetto della mia esistenza» – Sugli amici: «So che non ho ancora elaborato la loro perdita, mi sembra impossibile che non ci siano più»