Vox Populi

Il Festival, «la magia di Locarno»

Abbiamo fatto un giro per le strade della città per raccogliere impressioni, pareri e racconti della gente, sulla scia del Pardo in queste ultime giornate – VIDEO
Jona Mantovan
Irene Solari
13.08.2022 15:00

L’atmosfera nella città di Locarno è sempre quella che ha accompagnato il Festival fin dai primi giorni della sua apertura: frizzante, allegra e piena di vita. Anche ora, che l’evento sta volgendo al termine. Come hanno vissuto il Festival le persone? Locarnesi e ticinesi sì, ma non solo. Tanti, infatti, sono arrivati anche dall’estero attirati dal ruggito del Pardo. Abbiamo fatto un giro per le strade della città raccogliendo impressioni, pareri e racconti di queste ultime giornate festivaliere in una Locarno avvolta da un’aura speciale che piace molto alla gente. C’è chi è venuto principalmente per assistere al Festival o anche solo per lasciarsi trasportare dall’atmosfera unica che si respira in città e godersi qualche giorno di piacevole immersione vacanziera.

Guarda il video — Un Festival che trasforma la città e la rende frizzante, allegra, piena di vita e internazionale

C’è chi, come Ruth, fa la nonna a tempo pieno «così i figli possono andare al Festival» e non ha molto tempo per andare a vedere i film in Piazza Grande ma ricorda che vi assisteva quando, in passato, le pellicole erano proiettate al Grand Hotel. In ogni caso il Festival le è «Mi è sempre piaciuto, erano solo un po’ scomode le sedie» ci dice sorridendo.

Per Irene, addetta ai lavori del Locarno Film Festival, l’evento significa sicuramente tante emozioni ed esperienze nuove ogni anno, «si incontrano tante persone, Locarno diventa proprio una città diversa, più viva e più gioiosa». Un Festival che vive al 100%, ci racconta: «Faccio praticamente orario continuato, mi alzo presto, comincio con le proiezioni delle 9.00 e vado a dormire alle 2.00. per dieci giorni è sempre così».

Maurizio e la moglie Carmen sono italiani e ci raccontano che hanno scelto di venire a Locarno per prendersi una vacanza, tra la bellezza della città e il lago e la tranquillità. A Carmen piace molto la Locarno nel periodo del Festival: «Si arricchisce di un sacco di persone che arrivano da tutto il mondo e si vive proprio un cambiamento, la città diventa festaiola. È bello fare questi incontri dopo due anni che siamo rimasti chiusi in casa». La coppia ha un bel legame con la città, come ci spiega Maurizio: «Per noi è una cosa sentimentale, è un posto che mi è sempre piaciuto. Ci sono venuto da giovane e mi ci sono innamorato. Ci torno volentieri e conto di farlo finché ne avrò la possibilità».

Regina è arrivata dalla Germania per assistere al Festival: «Mi è piaciuto davvero tanto quest’anno, ho anche visto molti film e documentari in Piazza Grande e nelle sale». Regina viene spesso a Locarno, ci racconta: «Non è la prima volta che sono qui», alcune volte per le vacanze e altre per il Festival. Per lei è un posto speciale: «Locarno is the best!»

In questo articolo:
Correlati