Cambiamento climatico

Quando in Alaska si prega per il funzionamento dei congelatori

Nel mese di settembre, il tifone Merbok ha causato notevoli danni ad alcuni villaggi della costa occidentale dello Stato – Questi fenomeni, sempre più frequenti, causano black out che compromettono l'utilizzo di elettrodomestici essenziali per la sopravvivenza dei nativi
Federica Serrao
05.10.2022 12:14
A Hooper Bay, sulla costa occidentale dell'Alaska, il paesaggio è diviso fra tundra e innumerevoli laghi. Qui, ai margini dell'oceano, tra i fiumi Yukon e Kuskokwim, il villaggio conta circa 1.400 persone, metà delle quali sono bambini. Le case, abitati principalmente da nativi americani, sono spesso affollate e vecchie di decenni, costruite con materiali inadatti a sopportare il clima polare. Oggi, qualcosa sta cambiando. Ma non in positivo.

Il 16 settembre una potentissima tempesta si è abbattuta sull'Alaska occidentale. Parliamo del tifone Merbok, un fenomeno record mai misurato dagli scienziati in quelle regioni. Piogge intense, onde estreme, mareggiate di quindici metri, forti raffiche di vento, quasi da uragano, e anche episodi di erosione costiera. Disastri che, come si può...