Il commento

L'italia e il caso del nucleare

È l’unico tra i Paesi più sviluppati nel mondo a non produrre energia elettronucleare sul proprio territorio –
Robi Ronza
Robi Ronza
19.11.2022 06:00
L’Italia è l’unico tra i Paesi più sviluppati nel mondo a non produrre energia elettronucleare sul proprio territorio. Aveva quattro centrali elettronucleari quando nel 1990 le chiuse o non terminò di costruirle in seguito all’esito di tre referendum popolari indetti nel 1987 sull’onda delle emozioni suscitate nel 1986 dall’incidente di Černobyl. Vennero chiuse le tre centrali allora in funzione rispettivamente a Trino Vercellese in Piemonte, Caorso in Emilia-Romagna e Latina nel Lazio, che producevano il 3-4 per cento dell’energia elettrica consumata in Italia; una quarta in costruzione a Montalto di Castro, pure nel Lazio, venne trasformata in una centrale policombustibile (gas, petrolio, carbone).

Sorprendentemente non entrò nel dibattito il fatto che in Europa...