Svizzera

Il tramonto delle sigarette: un'industria che va in fumo

Cala il consumo di sigarette, chiude i battenti la storica fabbrica delle Parisienne: «Non ci aspettavamo una fine così brutale»
Andrea Stern
06.11.2022 09:30
Fondata nel 1814, la fabbrica di Boncourt dove vengono prodotte le sigarette Parisienne - la seconda marca più fumata in Svizzera - si appresta a chiudere i battenti. L’annuncio ufficiale dovrebbe essere dato in dicembre, dopo una fase di consultazione aperta settimana l’altra. «Da tempo sentivamo dire che la produzione era in calo, ma non ci aspettavamo una fine così brutale», afferma François Rossé, ex sindaco del comune giurassiano.

Il business del tabacco sta andando in fumo. Negli anni Novanta in Svizzera si vendevano oltre 15 miliardi di sigarette all’anno, all’inizio del millennio erano ancora 14 miliardi, l’anno scorso sono state 9 miliardi. Le campagne di prevenzione e l’avvento di alternative apparentemente meno nocive hanno assestato un duro colpo a un’industria...