Territorio

San Martino e ciclopista, Constantin raddoppia

L’imprenditore vallesano, interessato a rilanciare l’area che si affaccia sul lago, ha nuovamente incontrato i rappresentanti della Città di Lugano – «Presto ci sarà un concorso d’architettura e se andrà tutto bene contribuirò alla realizzazione del collegamento Paradiso-Melide»
Sono passati ormai otto mesi dal primo contatto tra l’imprenditore vallesano Christian Constantin e la Città di Lugano a proposito del rilancio del comparto della Forca di San Martino, con tanto di firma sul diritto di compera per l’immobile pregiato che si affaccia sul Ceresio. E l’annuncio del 65.enne di Martigny, dalle colonne del Corriere del Ticino, aveva fatto sgranare gli occhi a molti: il futuro, nel Constantin-pensiero, è fatto di hotel, alloggi, strutture commerciali di intrattenimento. «Vorrei restituire una bella entrata a Lugano, quando si arriva da sud», aveva affermato lo scorso 12 febbraio. Insomma, un progetto ambizioso, con il «pres» del FC Sion (squadra di calcio che milita...
Correlati
Accelerata in vista per l’autostrada ciclabile
Il progetto di massima della ciclopista che collegherà Paradiso e Melide era stato presentato un anno e mezzo fa e i tempi sembrano maturi per arrivare in Parlamento – Il direttore del DT Claudio Zali: «Contiamo di licenziare il messaggio a cavallo tra le due legislature»
«Vorrei ridisegnare la porta sud di Lugano»
Christian Constantin, patron del Sion, immagina il futuro della rocca: «Hotel, alloggi, strutture commerciali e votate all’intrattenimento» – Foletti conferma l’avvenuto incontro tra le parti: «Gli abbiamo spiegato la situazione pianificatoria e la delicatezza della posizione»